Loading...

Notizie

Informazioni e aggiornamenti dalla Parrocchia e dalla Chiesa

Primo Anniversario del gruppo di rinnovazione carismatica “Tu sei Pietro”

Il gruppo ha Lodato il Signore ricordandolo scritto olografo proprio dall’amato papa Francesco il 6 Maggio 2018. É intervenuti P. Raniero Cantalamessa, predicatore della Casa Pontificia

Città del Vaticano
, 5/6/2019

La sera del 6 maggio 2019, dalle ore 20 alle ore 22,30 la nostra parrocchia pontificia è stata nuovamente di focolaio carismatico nella ricorrenza del primo compleanno del gruppo di rinnovazione carismatica “Tu sei Pietro” riconosciuto con scritto olografo proprio dall’amato papa Francesco il 6 Maggio 2018. L’evento è stato animato dal soffio dello Spirito Santo con canti di lode, invocazioni e preghiere volte a vivificare e rinsaldare i doni di ogni battezzato in Cristo Gesù. Fulcro della serata sono stati gli spunti riflessivi sulla corrente di grazia carismatica nella Chiesa di padre Raniero Cantalamessa, insigne predicatore della casa pontificia e amante di Cristo Risorto come egli stesso si definisce. I suoi ben oltre quaranta minuti di meraviglioso discorso si sono dipanati ripercorrendo le tappe storiche del Rinnovamento Carismatico a partire dai suoi primi rappresentanti come il cardinale Lèon-Joseph Suenens. Ma simpaticamente, anzi gioiosamente parlando, padre Raniero ha sottolineato che questa corrente elettrica di grazia nasce proprio dai primi cenacoli di preghiera dei cristiani quando il Risorto in persona si reca a Cafarnao nella casa di Pietro, proprio come “oggi io faccio” dice padre Raniero, “in questa casa di Pietro per incontrare Gesù Risorto”. Questo ingresso del risorto nei cenacoli di preghiera suscita lo Spirito Santo che li anima a proclamare la signoria di Cristo: nessuno infatti può dire “Gesù è il Signore” se non sotto l’azione dello Spirito che attesta la presenza della divinità in ciascuno di noi e in mezzo a noi. Ecco che la preghiera del cristiano, ribadisce padre Raniero, è la preghiera dello Spirito.  La corrente di grazia carismatica è lo Spirito Santo che, proprio come una “corrente elettrica” si diffonde, anzi si disperde nella Chiesa animandola e rinnovandola. Il cristiano veramente rinnovato dallo Spirito fa esperienza di Cristo in un incontro personale con lui. Gesù gli apre gli occhi, si fa riconoscere e gli consegnamo la nostra vita ed egli, come passepartout entra in tutte le stanze di essa e le illumina. Il Papa nella Evangelii Gaudium esorta a questo incontro personale con Gesù di Nazareth che non è un comune personaggio, ma persona viva e vera che non smette mai di cercarci per entrare nella nostra vita e farci sentire figli di Dio amati dal Padre. Cantalamessa conclude ancora con le parole di papa Francesco sull’effetto di questa corrente di grazia carismatica che è l’amore per l’unità dei cristiani, dove chi si professa tale, pregando insieme e condividendo la Parola di Dio, non può che camminare pacificamente verso l’incontro definitivo con Gesù il Signore della storia. Durante la preghiera è stata consegnata una pietra benedetta come segno della chiamata di Pietro: “Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa”. Ciascuno di noi infatti è chiamato ad essere pietra viva nella edificazione del Regno: “stringendovi a lui, pietra viva, rigettata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio, anche voi venite impiegati come pietre vive per la costruzione di un edificio spirituale, per un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, per mezzo di Gesù Cristo” (1 Pt2, 4-5).